Da inizio mese è in radio “Un secondo d’amore” il primo singolo del giovane artista veronese ma indubbiamente cosmopolita, Oliver.Alessandro Kaufmann Nalin, in arte Oliver, è un giovane artista poliedrico, dalla formazione musicale classica e pop.

È seguito dal maestro Vince Tempera con cui sta sviluppando un progetto che abbina musica italiana e stile inglese (lingua di cui Oliver ha un ottima padronanza), il che rispecchia anche il percorso internazionale intrapreso nel campo della sua formazione scolastica e personale. Suona il pianoforte dall’età di 6 anni ed ha partecipato come ospite a numerosi eventi tra cui Casa Sanremo 2019.

”Un secondo d’amore” supportato anche dal videoclip, è il brano che inserisce Oliver nel mondo della discografia, oltre a vederlo anche in veste di autore avendo scritto il testo della canzone insieme a Gabriele Ferrini mentre l’arrangiamento è del maestro Tempera, registrato negli studi di Abbey Road di Londra. Oliver in questo brano ci parla d’amore, di un amore cercato che non si sa se “sarà davvero” , ma che prende spazio, rompe la tristezza e diventa esaltante .

“E’ quello che accade a tanti ragazzi e ragazze della mia età – racconta – vorrebbero vivere storie intense ma anche romantiche, spesso però non lo esprimono perché la società impone altri modelli”. Oliver, papà tedesco e mamma veronese vive nella nostra città. Idee chiare, il mondo in mano. Merita davvero un grosso in bocca al lupo.

Sandro Benedetti